Sospensione dell’attività venatoria

0
135

Si comunica che la Regione Piemonte, in data odierna, alle ore 20:50, ha comunicato ufficialmente agli ATC e CA della Regione Piemonte, quanto segue:

(omissis)

“Ai fini di una corretta interpretazione delle richiamate disposizioni, la Regione Piemonte ha interpellato la prefettura di Torino che ha fornito prime indicazioni che si sostanziano nella non possibilità dell’esercizio venatorio. E’ però intenzione della Regione Piemonte richiedere ulteriori opportuni chiarimenti alle autorità governative competenti, onde verificare se l’applicazione delle più stringenti misure di contenimento di cui all’art. 3 del DPCM consenta lo svolgimento delle attività faunistico-venatorie, con ciò intendendosi sia l’attività venatoria, che tutte le attività ad essa complementari o collegate […] come disciplinate dalla normativa di settore”.

Si precisa che in attesa di un positivo riscontro da parte delle competenti autorità statali, anche in attuazione del generale principio di precauzione, lo svolgimento dell’attività venatoria deve ritenersi non consentito.